Menu Principale

Donazione Paypal

Scegli Importo:

LA SALDATURA DELLA STRUTTURA METALLICA PDF Stampa E-mail
ODONTOTECNICA - ODONTOTECNICA OGGI
Scritto da Administrator   
Sabato 03 Agosto 2013 18:11

LA SALDATURA IN ODONTOTECNICA

La saldatura o brasatura è l'unione di parti metalliche fratturate o da comporre.

La saldatura in campo odontotecnico, è necessaria per saldare la protesi dentaria fissa, in particolare:

1. Correggere le superfici prossimali;

2. Rimuovere difetti da fusione;

3. Saldare elementi in metallo-ceramica prima dell'applicazione del rivestimento estetico;

4. Saldare elementi in metallo-ceramica dopo l'applicazione del rivestimento estetico;

Per poter procedere alla saldatura è necessario che le due parti da saldare vengano unite nel punto d'unione, mediante una chiave di registrazione.

Questa chiave di registrazione può essere di:

a) Gesso;

b) Cera collante adesiva;

c) Resina calcinabile;

d) Ossido di zinco-eugenolo;


 

PROCEDIMENTO TECNICO


Saldatura per correggere i contatti prossimali -  nei ponti -

1. Prendere la chiave di registrazione con la struttura metallica in situ ed isolarla all'interno;

2. Miscelare in una coppa-scodella dosi di acqua e gesso necessaria per creare un composto omogeneo e versare su un piano  per ottenere un modellino;

3. Immergere la struttura da saldare nel composto gessoso;

4. Scartare con una spatola intorno al pezzo da saldare in modo da evidenziare bene tutti i margini della struttura di almeno 1 mm;

5. Lasciare più alti i bordi mesiale e distale del modellino;

6. Lo spessore del modellino deve essere uniforme e non meno di 6 mm;

7. Attendere l'indurimento del gesso,

8. Togliere dal modellino la struttura metallica;

9. Verificare che lo spazio della superficie da riempire con la saldatura sia al massimo di 0,20 mm, sia altresì uniforme, con superfici prossimali parallele;

10. Utilizzare il micromotore e con l'ausilio di una fresa a palla, praticare delle cavità nel modellino;

- 2 cavità in corrispondenza dei bordi vestibolari del modellino;

- 2 cavità in corrispondenza dei bordi linguali del modellino;

11. Squadrare il modellino in gesso con l'apparecchiatura squadramodelli;

12.  Lavare e poi produrre  un getto d'aria per rimuovere  i più piccoli detriti all'interno del modellino;

13. Posizionare la struttura da saldare nel modellino e verificarne precisione ed adattamento;


14. Utilizzare spatola riscaldata  sulla fiamma del bunsen e cera adesiva collante fusa da applicare nelle cavità create, intorno ai margini della struttura per bloccarla al modellino;

15. Modellare con della cera morbida un bastoncino, dando una forma a cuneo, da interporre nella zona da saldare, tra le superfici prossimali della struttura metallica, in modo che attraversi la struttura nel senso vestibolo-linguale;

16. Isolare il modellino in gesso con isolante per gesso;

17. Prendere un foglio di cera e ricavarne una porzione che basta per avvolgere il modellino;

18. Creare un manicotto in cera avente una larghezza di almeno 2,5 cm tutt'intorno al modellino, oppure, utilizzare un contenitore plastico cavo, aventi le stesse caratteristiche;

19. Saldare con l'ausilio di spatola riscaldata sul bunsen e cera il manicotto al modellino;

20. Preparare la massa di rivestimento per fusioni impiegando dosi e rapporti necessari per l'impasto adoperando apparecchiatura miscelatore sottovuoto;


21. Posizionare il manicotto su apparecchiatura vibratore, con vibrazione moderata e, colare piccole dosi di rivestimento all'interno del manicotto, fino al completo riempimento;


22. Attendere almeno 1 ora l'indurimento del composto rivestimento;

Smodellatura

1. Rimuovere la cera dal manicotto con una spatola;

2. Produrre un getto di vapore  sulla massa di rivestimento tra stampo e controstampo, per ammorbidire la cera adesiva;

3. Far leva fra il modellino e la colata di rivetimento  con una spatola in modo da creare la separazione delle parti;

4. Sagomare, eventualmente, la colata del rivestimento con l'apparecchiatura squadramodelli per portare l'altezza del blocco rivestimento ad una altezza di 2,5 cm;

5. Praticare, utilizzando uno strumento molto affilato, lecron o lama di bisturi, un solco di profondità a V, in corrispondenza del cuneo di cera nella zona da saldare, il solco linguale dovrà essere più grande rispetto a quello vestibolare;

6. Eventuali tracce di cera nella struttura vanno rimosse con un getto di vapore;

Applicazione antifondente e fondente

1. Utilizzare uno specillo per collocare l'antifondente in pasta lungo le creste marginali della struttura;

- si può utilizzare anche la punta di una matita come antifondente che evidenzierà le creste marginali -

2. Impiegare il fondente in pasta lungo le creste marginali della struttura che dovrà essere si calda ma non eccessivamente;

Preriscaldo struttura in forno

1. Utilizzare un forno per riscaldo cilindro per riscaldare la struttura;


2. Riporre il rivestimento all'interno del forno riscaldo cilindri, con la struttura, rivolta verso l'alto, utilizzando una pinza per forni;

3. Accendere il forno per riscaldo cilindri e portare la temperatura a 815°;

Saldatura

1. Utilizzare un piano composto da materiale refrattario resistente alle alte temperature per riporre il rivestimento prelevato dal forno;

2. Preparare il cannello collegando i tubi dell'ossigeno-gas dal cannello alle rispettive bombole;


3. Indossare mascherina e occhiali protettivi schermati;

4. Aprire la manopola del gas del cannello,

5. Formare una fiamma con il gas;

6. Utilizzare una pinza per forni per prelevare il rivestimento con struttura dal forno riscaldo cilindri e poggiarlo sul piano refrattario con la superficie vestibolare rivolta verso di sè;

7. Collocare con una pinzetta due o tre pezzi di saldatura e pressarla utilizzando una bacchetta di materiale refrattario sulla zona da saldare - linguale -


8. Coprire con il fondente in corrispondenza della zona linguale;

9. Aprire la manopola dell'ossigeno - con cautela - e regolare la fiamma dirigendola di traverso e obliqua al rivestimento, nella zona vestibolare e nella tacca creata vestibolarmente;


10. Spegnere la fiamma, chiudendo i rubinetti mandata gas e ossigeno, appena la saldatura ha riempito il vuoto;

11. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente la struttura per almeno 5 minuti.

12. Immergere la struttura nel rivestimento nell'acqua per effettuare la tempra.

Smodellatura

1. Rimuovere il rivestimento grossolano esercitando pressione con le dita o aiutandosi con una spatola;

2. Impiegare lecron appuntita per rimuovere le parti di rivestimento più vicine alla struttura;

 


Saldatura per correggere i contatti prossimali -  corona singola -

1. Utilizzare il micromotore e con l'ausilio di dischetto montato su mandrino, abradere la superficie che dovrà ricevere saldatura;

2. Abradere non soltanto nel punto dove si richiede l'aggiunta di metallo da saldare, ma estendendo anche sull'intera zona dei margini, partendo da sopra a sotto la superficie marginale;


3. Adoperare una matita appuntita, per evidenziare tutta l'area da saldare;

4. Mantenere la struttura da saldare con una pinzetta, indossando guanti-anticalore;

5. Riscaldare sulla fiamma del bunsen la struttura tenendola con la pinzetta;

6. Adagiare sulla struttura una piccola quantità di pasta fondente;

7. Collocare sopra la pasta fondente la quantità di saldatura che serve;

8. Mantenere la struttura da saldare con la pinzetta in direzione della fiamma bunsen fin quando non avverrà la fusione del saldame;


9. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente la struttura per almeno 5 minuti.

10. Immergere la struttura nel rivestimento nell'acqua per effettuare la tempra.

 

 

Saldatura per rimuovere i difetti da fusione -  porosità / buchi superficiali -

1. Evidenziare con la matita la porosità sulla struttura;


2. Mantenere la struttura  da saldare con una pinzetta, indossando dei guanti anti-calore;

3. Riscaldare sulla fiamma del bunsen la struttura tenendola con la pinzetta;

4. Adagiare sulla porosità della struttura una piccola quantità di pasta fondente

5. Collocare sopra la pasta fondente la quantità di saldatura che serve;

6. Mantenere la struttura da saldare con la pinzetta in direzione della fiamma bunsen fin quando non avverrà la fusione del saldame;

7. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente la struttura per almeno 5 minuti.

8. Immergere la struttura nel rivestimento nell'acqua per effettuare la tempra.

 


Saldatura elementi in metallo-ceramica prima dell'applicazione del rivestimento estetico

1. Prendere la struttura con la chiave di registrazione;

2. Preparare la massa di rivestimento per fusioni impiegando dosi e rapporti necessari per l'impasto adoperando apparecchiatura miscelatore sottovuoto;

3. Colare piccole dosi di rivestimento all'interno degli elementi, corone, adoperando la vibrazione dell'apparecchiatura vibratore, utilizzando una lecron sottile con una vibrazione moderata, tenendo sempre la struttura fra le dita;


4. Colare il resto del composto miscelato su un piano;

5. Introdurre sopra il composto rivestimento, la struttura, in posizione verticale in modo da imprigionare  almeno metà struttura;

6. Spatolare intorno alla struttura servendosi di una spatola;

7. Attendere per almeno un'ora l'indurimento del materiale colato;

Preriscaldo struttura in forno

1. Utilizzare un forno per riscaldo cilindro per riscaldare la struttura;

2. Riporre il rivestimento all'interno del forno riscaldo cilindri, con la struttura, rivolta verso l'alto, utilizzando una pinza per forni;


3. Accendere il forno per riscaldo cilindri e portare la temperatura a 815°;

Saldatura

1. Utilizzare un piano composto da materiale refrattario resistente alle alte temperature per riporre il rivestimento prelevato dal forno;

2. Preparare il cannello collegando i tubi dell'ossigeno-gas dal cannello alle rispettive bombole;

3. Indossare mascherina e occhiali protettivi schermati;

4. Aprire la manopola del gas del cannello,

5. Formare una fiamma con il gas;

6. Utilizzare una pinza per forni per prelevare il rivestimento con struttura dal forno riscaldo cilindri e poggiarlo sul piano refrattario con la superficie vestibolare rivolta verso di sè;


7. Collocare con una pinzetta due o tre pezzi di saldatura e pressarla utilizzando una bacchetta di materiale refrattario sulla zona da saldare - linguale -

8. Coprire con il fondente in corrispondenza della zona linguale;

9. Aprire la manopola dell'ossigeno - con cautela - e regolare la fiamma dirigendola di traverso e obliqua al rivestimento, nella zona vestibolare e nella tacca creata vestibolarmente;

10. Spegnere la fiamma, chiudendo i rubinetti mandata gas e ossigeno, appena la saldatura ha riempito il vuoto;

11. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente la struttura per almeno 5 minuti.

12. Immergere la struttura nel rivestimento nell'acqua per effettuare la tempra.

Smodellatura

1. Rimuovere il rivestimento grossolano esercitando pressione con le dita o aiutandosi con una spatola;

2. Impiegare lecron appuntita per rimuovere le parti di rivestimento più vicine alla struttura;

 


Saldatura elementi in metallo-ceramica dopo l'applicazione del rivestimento estetico

1. Prendere la struttura con la chiave di registrazione;

2. Applicare pasta pronta protettiva per saldatura da spalmare sul rivestimento estetico premendo direttamente l'astuccio in plastica con l'apposito erogatore;

3. Applicare della cera fusa adoperando una spatola anche nella zona da saldare in modo da avere l'accesso alla saldatura;

4. Preparare la massa di rivestimento per fusioni impiegando dosi e rapporti necessari per l'impasto adoperando apparecchiatura miscelatore sottovuoto;

5. Colare piccole dosi di rivestimento all'interno degli elementi protesici,  adoperando la vibrazione dell'apparecchiatura vibratore, utilizzando una lecron sottile con una vibrazione moderata, tenendo sempre la struttura fra le dita;

4. Colare il resto del composto miscelato su un piano;

5. Introdurre sopra il composto rivestimento, la struttura, in posizione verticale in modo da imprigionare  almeno metà struttura;

6. Spatolare intorno alla struttura servendosi di una spatola;

7. Attendere per almeno un'ora l'indurimento del materiale colato;

8. Praticare, utilizzando uno strumento molto affilato, lecron o lama di bisturi, un solco di profondità a V, sulla parte linguale sull'area da saldare del rivestimento;

Preriscaldo struttura in forno ceramica

1. Utilizzare il forno per cottura ceramica per riscaldare la struttura nella massa di rivestimento;

2. Accendere il forno per cottura ceramica;

3. Aprire lo sportello del forno ceramica e attendere che la temperatura del forno cottura per ceramica arrivi a 540°;

4. Riporre il rivestimento con struttura rivolta verso la camera di cottura vicino alla muffola del forno, se nza introdurla all'interno e lasciare per 5 minuti;

5. Collocare a questo punto i pezzi di saldatura necessaria sulla zona da saldare;

6. Utilizzando una pinza per forno prelevare la struttura con rivestimento e introdurla nella camera di cottura del forno per ceramica;


7. Avviare il programma relativo alla saldatura - oppure inserire il vuoto e alzare la temperatura di 42° al minuto con una temperatura finale di 815°;

- E' opportuno seguire le indicazioni del fabbricante della lega che si usa per saldare -

8. Raggiunta la temperatura finale, togliere il vuoto e attendere l'apertura del forno;

9. Lasciare la uttura all'interno del forno con la camera di cottura aperta e spenta, fino al completo raffreddamento della struttura;

- Non immergere la struttura nell'acqua -

Smodellatura

1. Rimuovere il rivestimento grossolano esercitando pressione con una spatola;

2. Impiegare lecron appuntita per rimuovere le parti di rivestimento più vicine alla struttura;

La saldatura è avvenuta.

COMMENTI E APPROFONDIMENTI NELLA SPECIFICA DISCUSSIONE APERTA NEL NS.  FORUM

Ultimo aggiornamento Domenica 01 Dicembre 2013 10:42
 

COMMENTA L'ARTICOLO DI NEWDENTALITALIA


comments powered by Disqus
© 2013 Il Portale degli Odontoiatri e Odontotecnici Italiani