Menu Principale

Donazione Paypal

Scegli Importo:

LA COSTRUZIONE DELL'ARCO LABIALE IN ORTODONZIA PDF Stampa E-mail
ORTODONZIA - ORTODONZIA OGGI
Scritto da D.r.. PIRRELLI Roberto VERZINO   
Mercoledì 28 Maggio 2014 17:11

 

La costruzione di un arco labiale prevede la sequenza di alcuni passaggi tecnici indispensabili.


Innanzi tutto bisogna munirsi di 3 pinze e un calibro:

1 pinza tronchesino - per separare il filo da utilizzare dal nastro -



1 pinza per ganci universale - per la piegatura e formazione di angoli vivi -




1 pinza specifica per archi labiali - per ottenere una  curvatura ideale in prossimità dei canini -



1 calibro - per la misurazione della larghezza e lunghezza delle anse -



Si consiglia l'uso della pinza per archi labiali BREDENT, poichè grazie alle corrette dimensioni e alla contrapposizione

corretta  tra ganasce arrotondate e ganascia piatta, e alle 6 scanalature presenti sulla ganascia piatta  rende facile

la modellazione del filo metallico in una sola manovra anche per persone poco esperte.



PROCEDIMENTO TECNICO COSTRUZIONE ARCO LABIALE


Progetto preliminare

1. Posizionare il modello di lavoro su un piano (sia superiore che inferiore) in modo da avere di fronte

la parte vestibolare del gruppo incisivo anteriore;

2. Adoperare una matita con punta fine tracciando sui denti in gesso, incisivi centrali e incisivi laterali 1 linea retta

e continua orizzontale di 1,2 mm. al di sotto della metà delle corone dei 4 incisivi in direzione margine incisale;

3. Tracciare 2 piccole rette verticali in corrispondenza dei canini, 1 sulla linea interstiziale laterale-canino,

l'altra linea interstiziale canino-primo prenolare, sia che interessi l'arcata superiore che inferiore;




Selezione filo metallico

1. Selezionare del filo in acciaio modellabile con diametro di 0,8 mm.;


2. Prelevare dal nastro, una quantità idonea per costruiore l'arco, adoperando una pinza tronchesino per separare il pezzo dal nastro;


Tecnica di piegatura e curvatura del filo metallico

1. Piegare la parte centrale del pezzo di filo in acciaio usando il solo pollice, facendo attenzione a non procurare angoli vivi,

ma ottenendo una linea curva e lineare;



2. Adattare il pezzo centrale del filo ala curvatura naturale dei 4 incisivi ed alla linea tratteggiata sul modello in gesso;

3. Ottenuta la curvatura incisale sui 4 incisivi si posiziona il filo curvato sul modello e sugli incisivi e si marca

con un pennarello colorato la linea interstiziale laterale-canino sia sul lato destro che sul lato sinistro del filo curvato;

4. Adoperare la pinza  per modellazione filo metallico universale e formare  2 angoli vivi sul filo in zona  vestibolare:

1 angolo vivo - a 90°  - sul lato destro del filo in corrispondenza del punto marcato con il pennarello sul filo;

1 angolo vivo - a 90° - sul lato sinistro del filo in corrispondenza del punto marcato con il pennarello sul filo;

5. Impiegare il calibro e misurare la larghezza delle anse;

6. Porre le 2 estremità del calibro nei 2 punti marcati interstiziali dei canini, prima dal lato destro e poi dal lato sinistro;

7. Verificare la larghezza ed appuntarla su un foglio di carta riportando le misure ricavate di destra e di sinistra;

8. Misurare, sempre impiegando il calibro, la lunghezza della corona dei canini, puntando 1 estremità del calibro

in prossimità della cuspide incisale e l'altra estremità al colletto del canino;

9. Trascrivere sul foglio usato in precedenza la lunghezza verificata del canino a destra accanto a quella della

larghezza verificata del lato destro, e la lunghezza del canino di sinistra accanto a quella della larghezza verificata sul lato sinistro;


Di seguito, nella tabella in basso, viene fornita una indicazione utile sulla  scanalatura appropriata da utilizzare per

formare delle anse in corrispondenza canini con la pinza per archi labiali.


SCANALATURA

PINZA

LARGHEZZA CANINO
LUNGHEZZA CANINO

1

2

3

4

5

6



3 mm

4 mm

5 mm

6 mm

7 mm

8 mm



4 mm

5 mm

6 mm

7 mm

8 mm

9 mm



Tecnica di modellazione del filo metallico per la formazione delle anse dell'arco labiale

1. Adoperare la pinza per formare archi labiali e inserire il filo  dal lato destro, nella ganascia piatta della pinza

e nella scanalatura appropriata - vedi tabella -

2. La pinza va tenuta con la mano destra e posizionata in verticale sul filo e con l'angolo della ganascia piatta della pinza

a contatto con l'angolo vivo di 90° precedentemente formato nel filo metallico;

3. Tenendo fermo il filo con la pinza si posiziona il pollice della mano sinistra a contatto con la base dell'arco incisale

e si procura una  forza adeguata nella  pinza utilizzando la mano destra;

4. Contemporaneamente si utilizza  il dito indice della mano sinistra per curvare il filo sulla ganascia concava della pinza;


 

5. Ottenuta l'ansa sul lato destro dell'arco  si procede esattamente con la stessa tecnica sul lato sinistro del'arco;

 


6. Ottenute le anse sia sul lato destro che sul lato sinistro  dell'arco, si poggia l'arco sul modello e si provvede su ambedue i lati

a piegare la parte finale del filo in modo da ottenere delle ritenzioni per favorire l'inglobamento nella resina:

 

L'arco labiale è ultimato.

 

 

Direttore responsabile

www.newdentalitalia.it



Ultimo aggiornamento Domenica 01 Giugno 2014 08:45
 

COMMENTA L'ARTICOLO DI NEWDENTALITALIA


comments powered by Disqus
© 2013 Il Portale degli Odontoiatri e Odontotecnici Italiani